MONDO IN MOTO

Sicurezza stradale

MONDO IN MOTO di C.U.

Edizione all’insegna del maltempo la quinta di Mondo In Moto, manifestazione per la sicurezza stradale e i diritti del motociclista che si è svolta a Pognano (Bg) domenica 15 maggio. Maltempo che ha influito non poco sul buon esito della kermesse.

Poche decine, infatti, le moto presenti (più di 450 nel 2010), comunque discreta l’affluenza di pubblico, grazie all’ingresso gratuito, che ha potuto contare sul regolare svolgimento del programma fatta eccezione per i corsi guida diretti dal pilota di origine bergamasca Barry Rivellini della Rock’n’Road Racing rinviati a causa del fondo stradale bagnato.

Si è iniziato con il moto giro attraverso la pianura bergamasca con sosta aperitivo offerta dal Bar Al Centro di Pontirolo Nuovo, per proseguire con le esibizioni degli stuntman della “Spaghetti Stunt” e i concerti dal vivo dei Blues Touch (rock’n’blues) e dei Children of Giuspe (hard rock).

Punto centrale della manifestazione il convegno sulla sicurezza stradale che quest’anno ha visto come protagonisti una delegazione della Croce Rossa Italiana che ha effettuato una simulazione d’intervento in caso d’incidente motociclistico. Il rappresentante CRI Antonio Di Pietro ha poi elencato le norme e i comportamenti da tenere in caso d’incidenti.
“I punti cruciali su cui lavorare sono ” spiega Alberto Ubbiali, presidente dell’Associazione Mondo In Moto: “Le infrastrutture, l’educazione stradale e il corretto utilizzo del proprio veicolo. Il venir meno di una o più di queste è la causa degli incidenti che affliggono le nostre strade”.

Altri ospiti al convegno sono stati: Il sindaco di Pognano Edoardo Marchetti che oltre a portare i saluti della cittadinanza ha posto l’accento sull’importanza dell’educazione stradale ai bambini; Ivanni Carminati, presidente della sezione Bergamo dell’Associazione Familiari delle Vittime della Strada (aifvs.it) che ha presentato l’operato della propria associazione, soprattutto in ambito scolastico, per la prevenzione degli incidenti stradali; Valerio Boeri, rappresentante della Caberg, che si è soffermato sull’importanza di un utilizzo corretto del casco; Federico Cominotto rappresentante del Moto Club brOthers, sodalizio impegnato nella realizzazione di varie e interessanti iniziative sulla sicurezza e sulla preparazione dei motociclisti tra cui: corsi di primo soccorso, corsi di meccanica, corsi di guida sicura; Paolo Schiannini, vice presidente del Coordinamento Motociclisti (cmfem.it), che ha tirato le somme sulla giornata dell’autoriduzione del pedaggio autostradale indetta il giorno stesso dalla propria associazione in tutta Italia. Una protesta contro le tariffe autostradali che in Italia obbligano le motociclette a pagare la stessa tariffa delle automobili quando, a norma di legge, i veicoli dovrebbero pagare in proporzione al loro impatto sulle infrastrutture. Le moto non hanno virtualmente alcun impatto sulle carreggiate per il loro peso irrisorio, non dispongono di alcun servizio specifico nelle aree di sosta e contribuiscono alla riduzione del traffico e dell’inquinamento.

La manifestazione si è poi conclusa con la premiazione dei Moto Club e delle Associazioni che hanno aderito all’iniziativa allestendo uno spazio espositivo presentando le proprie attività ed iniziative.

Ricordiamo il Moto Club Mozzanica, l’Associazione Iron Hammers, l’Associazione Amici dei Motori, l’XV Custom Club, L’Associazione Festa Bikers, il Moto Club Sgagna Manuber, l’AIFVS Bergamo, il Coordinamento Motociclisti, il Moto Club brOthers. Un ringraziamento particolare all’Associazione BACA (Bikers Against Child Abuse) che si occupa dell’assistenza e della protezione dei bambini maltrattati, al gruppo motociclistico Barbe per il servizio d’ordine e a tutti i veri motociclisti che nonostante la pioggia non hanno mancato a questo appuntamento.
Associazione Mondo In Moto  www.mondoinmoto.altervista.org


Momenti della giornata di Mondo in Moto

Filed in: AreaOnOff