IL RADUNO DI CIVENNA


Il 1° novembre a Civenna la tradizionale commemorazione
I CADUTI DEL MOTOCICLISMO

Freddo e nebbia non hanno impedito che il tradizionale raduno per la Commemorazione dei Caduti  del Motociclismo il 1° novembre a Civenna, si sia svolto con la partecipazione di oltre 2000 centauri  provenienti da tutta l’italia. Un numero veramente elevato.

il monumento ai caduti del motociclismo è simboleggiato dalla bronzea  fiammache si erge al cospetto delle Grigne e de lago di Como e Lecco.
Presenti alla cerimonia il sindaco di Civenna, Angelo Colzani, i rappresentanti della F.M.I. della Lombardia guidati dal presidente del Comitato Regionale, Alessandro Lovati con i vari consiglieri lombardi, il consigliere nazionale Ivan Bidorini, il delegato provinciale comasco Giovanni Corrao, il presidente del Motoclub Civenna, Felice Mella.
Durante la messa, celebrata da don Antonio Grippa, sono stati ricordati i soci e piloti recentemente scomparsi appartenuti ai vari motoclub presenti con i loro vessilli e lo stendardo della FMI. Finita la santa messa, si è formato un corteo con corone e fiori che si è diretto verso il monumento sul piazzale del cimitero.
Il presidente del Motoclub Civenna ha annunciato che a gennai,o durante la “Festa dei Campioni”regionali, verrà presentato il libro del 50° del Monumento ai Caduti del Motociclismo di Civenna.
La cerimonia dei caduti e’ stata coclusa  con lo scoprimento della targa che il comune di Civenna  ha dedicato a Tazio Nuvolari, detto il “Campione dell’impossibile”, vincitore del Circuito del Lario negli anni 1929/30 in sella alla sua Bianchi Freccia Celeste. Madrina della cerimonia Martina Turba, presidente del Comitato Triangolo Lariano Motociclismo. La targa è stata benedetta da don Antonio Grippa.

LE FOTO

01 Il comitato della targa era composto (da destra nella foto) dal sindaco di Civenna, Angelo Colzani, dal presidente del Motoclub Civenna, Felice Mella, dal presidente F.M.I. Lombardia, Alessandro Lovati e dal presidente del Comitato Triangolo Lariano, Martina Turba.

02 Alcune dei club presenti con il loro stendardo; qui vediamo (da sinistra) l’Erba, il Cairatese, il Monza duramente colpito dalla recente scomparsa dello storico presidente Giulio Mauri, e il Ticinese di Milano.

03 La preparazione della sfilata con la presenza della staffetta della Polizia Stradale.

04 La targa dedicata a Tazio Nuvolari. Nella foto è il segretario del Motoclub Erba, Attilio Nacci.

05 La targa in ricordo di Nello Pagani, vincitore nel 1939 dell’ultima edizione del Circuito del Lario, posta nel 2006 dal Motoclub Erba a Magreglio.

06 La copertina del libro sulla storia del Monumento che verrà presentato a fine gennaio.

Filed in: AreaOnOff
0 comments