EN- CREMASCO PRIMO ROUND

20 FEBBRAIO

ENDURO UISP da AMC93 – Foto R.U.

A Cascine Gandini la prova di apertura

CREMASCO PRIMO ROUND

Che gara, ragazzi !!! La prima prova del campionato Cremasco 2011 resterà negli annali come una delle più belle prove organizzate sul nostro territorio.

Merito certamente di un organizzazione impeccabile da parte dell’AMC 93, il club che anche quest’anno si è accollato da solo l’onere di organizzare e gestire il Campionato Cremasco, ma anche di un percorso e una prova speciale altamente spettacolari ed impegnativi, tracciati su un’area privata , senza i quali sarebbe stato impossibile organizzare un così bell’evento.

Un ringraziamento doveroso , quindi , a coloro che hanno concesso questi spazi per consentire lo svolgimento della gara.

In più , a rendere ancora più impegnativa la competizione , è venuta anche la pioggia , che a brevi intervalli ha accompagnato tutto il corso della manifestazione.

Certo, qualche concorrente in meno al via c’è stato a causa del maltempo (sono comunque partiti più di ottanta piloti degli oltre cento iscritti), ma il fondo bagnato e fangoso ha incrementato di molto la difficoltà della gara, mettendo in grossa difficoltà soprattutto i concorrenti meno esperti.

Il percorso di circa 20 chilometri, tutto completamente fuoristrada, andava ripetuto quattro volte, così come la prova speciale, tracciata in parte su un campo fettucciato e in parte in un insidioso boschetto.

C’era logicamente grande interesse per vedere i risultati nelle varie categorie . E le sorprese non sono certo mancate.

Infatti, già fra gli Agonisti, classe che racchiude i piloti più bravi del gruppo , c’era l’attesissimo confronto fra il campione in carica Alessandro Crotti e i due forti “crossisti “ dell’AMC93 , Marco Rossoni e Ricky Marzi che, per una volta e con qualche difficoltà, hanno vestito i panni degli enduristi. Ma c’era anche il ritorno alle gare, dopo due anni di totale inattività, di uno dei più blasonati piloti cremaschi: Paolo Canavese. Però a vincere è stato un altro grande “vecchio” dell’enduro cremasco, Beppe Fiorentini. Beppe è stato subito molto regolare fin dalle prime prove speciali, ed ha portato la sua Husaberg 570 a una spettacolare vittoria, maturata durante l’ultima prova speciale, quando Paolo Canavese, fino a quel punto vincitore con la sua KTM 300 di tutte la prove speciali ed al comando della gara con un buon margine di vantaggio, cadeva rovinosamente in prova speciale, complice sicuramente la stanchezza, perdendo parecchi secondi e finendo così anche alle spalle di Alessandro Crotti. Quest’ultimo, dal canto suo, non riusciva a tenere il ritmo di Fiorentini e ad ogni speciale doveva cedere al rivale qualche secondo.

Gara apertissima fra gli Esperti , dove Richi Cattaneo con la sua KTM 125 era riuscito a partire subito al comando, ma ha dovuto poi cedere, mano mano che il percorso si scavava, a un velocissimo Claudio Grimaldelli, passato al comando con la sua KTM 400 dalla terza prova speciale. Ma la vera sorpresa è stato Claudio Riva che, con una Honda 450 ufficiale, ha concluso al secondo posto scavalcando proprio nell’ultima speciale Ricky Cattaneo , attardato da una scivolata.

Il risultato di Riva è tanto più stupefacente perché il lodigiano fino allo scorso anno correva fra gli Amatori , e quindi il suo passaggio di categoria potava essere ben più traumatico!! Da citare anche il bel quarto posto del presidente dell’AMC93, Franco Pilenga.

Per gli Amatori, i veri grandi e graditi protagonisti di questo campionato, la gara è stata veramente difficile. Occorre quindi complimentarsi con tutti coloro che sono arrivati al traguardo , perché per farlo hanno dovuto veramente stringere i denti, oltre che il manubrio della moto!!

A vincere è stato Gianmarco Alborghetti che ha preceduto l’amico Pietro Maccalli. Alle loro spalle , accesissima battaglia fra Stefano Rubini e Giuseppe Conte, detto”il farmacista”. Beppe era terzo fino all’ultima speciale quando , anche lui come molti altri piloti, incappava in una caduta che gli faceva perdere quasi un minuto relegandolo in una comunque buona quarta posizione.

Peccato per il ritiro di Pasquale Blotta , che era partito come un razzo , ma che poi restava senza energie ed era costretto al ritiro.

Fra i giovani schiacciante  preventivata superiorità di Carletto Cabini ch con una piccola KTM 8 ha dominato la categoria precedendo la bravissima sorella Raffaella, Terzo Filippo Mazzola su KTM 125 che, un po’ come tutti gli altri giovani, ha condito le sue prova speciali con un po’ troppi errori.

Alla gara hanno partecipato anche un buon gruppo di ospiti, quasi tutti piloti di alto livello, tanto che il migliore di loro è stato Roberto Rota, sempre pilota del team Sissi Racing , ma non più in forza all’AMC93 , in quanto gli impegni di Roby quest’anno sono troppo pesanti per le possibilità del club cremasco.Rota ha dato veramente spettacolo , staccando tempi neanche lontanamente avvicinabili dagli altri “mortali”.

Appuntamento con la seconda prova del Campionato Cremasco già domenica 27, sempre a Cascine Gandini.

Classifica Assoluta

Le foto

01 Cascine Gandini, domenica 20 febbraio: il primo briefing della stagione.

02 Al via sono Alberto Marazzi (148), secondo nell’assoluta, ed Edoardo Corrù.

03 Pronti a partire anche Mirco Marone (133) e Alessandro Crotti (1), quarto assoluto e secondo della Categoria A.

04 Paolo Canavese (7) al ritorno alle gare dopo due anni di assenza. Al suo fianco Francesco Blotta (16 – anche lui a corto di allenamento al punto di doversi ritirare) e Thomas Galli (77).

05 Beppe Fiorentini (11) si è aggiudicato il successo nella categoria A; al suo fianco i crossisti Riccardo Marzi (169) e Marco Rossoni (157), rispettivamente 14° e 9°, apparsi un po’ in difficoltà sul terreno insidioso.

06 Ricky Marzi prima della gara. Pronostico mancato…

 


Filed in: AreaOnOff