CUSTOM VILLAGE by DANY

RADUNI

Visto da dentro con entusiasmo e passione
CUSTOM VILLAGE by DANY

Ho imparato a sognare.
E al risveglio da due frenetiche giornate del nostro grandioso evento II° CUSTOM VILLAGE sono sempre più piena di brividi ed emozioni che solo una forte e consolidata amicizia mi saprà mai dare.
E così, dopo mesi di preparativi, di attesa, di incontri, di consulti, di proposte, di iniziative, il nostro tanto atteso evento è già terminato.

Venerdì il tempo ci ha fatto temere il peggio con un simil-uragano che si aggirava per la Brianza…ma per fortuna “lo zoccolo duro” degli Iron-Crown era già là, presso La Cantina di Lentate sul Seveso, ad allestire al meglio il tutto, incurante della tempesta e della forte pioggia che dissetava il terreno secco ed arido dopo intere settimane di siccità.
Per fortuna qualcuno lassù ha buttato giù un occhio e per il week-end ci ha regalato due intere giornate terse e piene di sole, facendoci sentire ad un passo dalle poche nuvole che solcavano il blu acceso del cielo.
Il mattino presto del sabato ci siamo trovati per preparare la bancarella del gruppo, che quest’anno era un arcobaleno di colori che mettevano il buonumore solo a guardarla.
Un’intesa perfetta ha dato modo alle meravigliose Iron-ladies di organizzare il tutto in breve tempo, pronte a ricevere tutti gli ospiti della festa! Nel frattempo i ragazzi si occupavano di attaccare gli ultimi striscioni mancanti e di accogliere gli espositori, venuti ad allietare i nostri cinque sensi con le loro creazioni.
Infatti quest’anno non pochi erano i nomi di customizers di rilievo sul nostro mercato nazionale a presentare le loro opere al Custom Village: Bad Boys Garage, Abnormal Cycles, Moto Rosso, Custom Attack, Greaser ’50 Garage Italia, 0331 Garage Inc., Aermacchi. Tutti pronti a competere per aggiudicarsi i primi posti al Bike Show della domenica, presentata dalla rivista per eccellenza del settore: LOWRIDE!
Il sabato ci hanno raggiunto, oltre ai numerosi free bikers, anche i “fratelli” del Texas Hill Country Chapter Italian Member , gli United Bikers MC, i ragazzi del 33 SS Sempione FMI. Ci hanno inoltre allietato con la loro presenza gli Hells Angels MC Milano e i Nomads Hells Angels MC.
Un sabato pomeriggio da passarsi tra amici: lustrando gli occhi nell’ammirare il lavoro eseguito da Andrea Explo Pin Striping sul serbatoio di Lorenzo che, “professionalmente super-attrezzato”, ha coinvolto l’intero villaggio con uno sfrenato Rock’a’billy. Si è potuta gustare una fresca birra passeggiando tra vari stands di abbigliamento, stivali e accessori vari, incontrando amici di vecchia data, chiacchierando col nostro preparatore favorito riguardo quella modifica che da tempo sognavamo di fare…
La sera niente di meglio della cucina de La Cantina di Lentate, dentro il locale con un abbondante e goloso menù e all’esterno con una piccola oasi di sabbia, contornata anche da sdraio e ombrelloni per ripararsi dai “raggi lunari”,che ospitava panini con salamelle e wurstels ottimi.

L’atmosfera del Custim Village


Ore 22,30: ecco l’inizio del ringiovanimento cellulare. I Guajo sono sul palco: pronti per scatenare la folla che attende impaziente l’inizio della musica. Tra una cover dei Metallica e una dei Guns, tra i Cult e i System of a Down tutto il pubblico si è scatenato cantando a squarciagola e ballando e saltando, tornando indietro nel tempo con le canzoni delle band hard-rock preferite di quando si era un pochino più giovani.
Subito dopo la musica è cambiata e il gruppo ha lasciato il palco libero per le sexy Dollar Girls che hanno inebriato i signori maschietti con una conturbante Lap-Dance.
La domenica è stata ancor più pregna di avvenimenti e ancor più entusiasmante grazie ai giochi con le moto, alla musica degli Easy Fish che, suonando all’aperto, hanno dato la giusta atmosfera rock-blues alla giornata, e soprattutto alla premiazione al Bike Show, dove hanno primeggiato Abnormal Cycles, Custom Attack e Bad Boys Garage ma anche qualche privato munito di moto estremamente “cult” hanno potuto portarsi a casa dei premi per la categoria “Privati”.
La malinconia arriva, quando gli stands iniziano a smontare, quando il giorno giunge al termine e gli amici se ne vanno… allora ancora un’ultima birra insieme agli altri Iron-crown che hanno presenziato per sistemare e mettere a posto e smontare questo magico spettacolo che come ogni anno non fa che lasciarci nel cuore e nell’animo qualcosa di veramente speciale che solo chi, come me che sto scrivendo e come te che stai leggendo, e leggerai tutto sino alla fine, sanno benissimo cos’è e si chiama Passione.
Ho imparato a sognare,quando inizi a scoprire che ogni sogno ti porta più in là,cavalcando aquiloni, oltre muri e confini, ho imparato a sognare da là.
Quando tutte le scuse per giocare son buone, quando tutta la vita è una bella canzone
C’era chi era incapace a sognare e chi sognava già.
C’è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò.

Grazie Iron-Crown per mantenere vivi questi sogni.

Dany
Motoclub Iron-Crown Brianza
Historian & Press

Filed in: AreaOnOff